Bus navetta Cascate di Nardis (foto Parco Naturale Adamello Brenta)

323.727 persone hanno scelto la navetta al Parco Naturale Adamello Brenta

Quella del 2019 sarà un’estate da incorniciare per il Parco Naturale Adamello Brenta che, qualche giorno fa, ha presentato i dati del programma “Un’estate da Parco”, le attività proposte al pubblico in collaborazione con le Apt, i consorzi, il Muse, l’Anare, i Comuni e le Regole di Spinale e Manez. 

Nel complesso, da giugno a settembre, nei sette ambiti turistici coinvolti, sono state proposte ben 372 attività che hanno intercettato 3.030 partecipanti. Successo per la mostra “Montagne Verdi”, organizzata in partnership con il Comune di Pinzolo e curata da Roberta Bonazza con un team tecnico del Parco che, in 61 giornate, ha registrato 4.500 visitatori. Ma il successo maggiore il Parco Naturale Adamello Brenta lo ha registrato nella mobilità sostenibile.

Una delle attività svolte dal Parco Naturale Adamello Brenta in Val d'Ambiez (foto Pnab)
Una delle attività svolte dal Parco Naturale Adamello Brenta in Val d’Ambiez (foto Pnab)
Mobilità sostenibile: +9 % trasportati e + 7 % veicoli in ingresso

Le persone che hanno scelto di entrare nell’area protetta con le navette messe a disposizione sono state complessivamente 323.727, + 9% rispetto al 2018. Questo dato si riferisce alle sole valli in cui è attivo il servizio (Tovel, Val Genova, Vallesinella e Ritort) e a due tratte gestite solo da quest’anno dal Parco: Madonna di Campiglio – Ritort e Madonna di Campiglio – Campo Carlo Magno. 

6.410 persone hanno utilizzato il servizio navetta Tuenno – Lago di Tovel dal 3 agosto al 1° settembre, mentre 1.701 persone hanno utilizzato la navetta gratuita per la Val di Fumo dal parcheggio di Nudole a Bissina. Dopo l’esperienza dello scorso anno, il periodo di servizio in Val di Daone quest’anno è stato allungato. La navetta è stata messa a disposizione ogni domenica dal 21 luglio al 1° settembre e tutti i giorni dall’11 al 18 agosto. L’anno scorso sono state trasportate 1.074 persone mentre quest’anno 1.701, a dimostrazione che quando il servizio c’è, viene utilizzato. 

Nelle altre valli i numeri sono rimasti pressoché invariati: 83.407 in Val di Tovel, 60.942 in Vallesinella, 57.536 in Val Genova, 93.083 a Patascoss – Ritort. Mentre sono stati utilizzati due servizi gestiti dal Parco da quest’anno con partenza da Madonna di Campiglio. Il primo verso Campo Carlo Magno, utilizzato da 15.606 persone, e il secondo verso Patascoss, utilizzato da 11.462 persone.

In lieve aumento anche i veicoli in ingresso. Nelle valli in cui sono presidiati i parcheggi i veicoli transitati sono stati 102.658, corrispondenti ad un + 7% complessivo rispetto allo scorso anno: 37.718 in Val di Tovel, 25.582 in Val Genova, 17.903 a Patascoss-Ritort, 11.076 in Vallesinella, 7.376 in Val di Fumo, 3.003 in Val d’Algone.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.