Al Casteller M49 trascorre molte ore all’interno della tana

62
L'orso M49 (foto archivio Ufficio stampa PAT)
L'orso M49 (foto archivio Ufficio stampa PAT)

La Provincia autonoma di Trento, con una nota, fa sapere che prosegue come da programma l’inserimento progressivo dell’orso M49 nell’area faunistica di Casteller, sotto la supervisione di personale tecnico del Servizio Foreste e fauna e veterinario dell’Apss – esperto in grandi carnivori – e in contatto anche con altri tecnici europei.

Il processo di adattamento al nuovo ambiente durerà diverse settimane durante le quali, su espressa indicazione veterinaria, il plantigrado sarà accudito da un numero limitatissimo di persone e senza che lo stesso possa essere avvicinato o visitato da altri, pena il rischio di comprometterne il processo adattativo.

L’orso si alimenta regolarmente (soprattutto mais e frutta) e tende a trascorrere la maggior parte delle ore riposando all’interno della tana, accedendo comunque con regolarità anche all’area all’aperto posta in contiguità con la stessa.