Aperta la consultazione sugli indicatori per l’Italia della Green List IUCN

Stambecco che mangia (foto Helmuth Zeni)
Stambecco che mangia (foto Helmuth Zeni)

L’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura dà la possibilità di esprimere una valutazione sugli indicatori della Green List

Lanciata nel 2014, la Green List della IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) è organizzata per analizzare il lavoro delle aree protette da un punto di vista amministrativo, di pianificazione, gestione, partecipazione ed equità e si propone di valutare anche i risultati di conservazione raggiunti. Per ogni tema analizzato sono stati individuati dei criteri, ognuno dei quali viene valutato attraverso l’applicazione di uno o più indicatori.

I siti che rientrano nella Green List sono certificati nel rispetto di questi standard e in quanto aree che generano ricadute positive sulle persone e sulla natura. Attualmente in tutto il mondo sono circa 40 le aree protette inserite nella Green List, e per l’Italia c’è solo il Parco Nazionale del Gran Paradiso. 

Ancora per pochi giorni è aperta la consultazione pubblica per raccogliere osservazioni, integrazioni e suggerimenti per l’Italia: il questionario si compone di circa 90 domande ed è raggiungibile a questo link. Per completare il questionario sono necessari circa 45 minuti.

È possibile riaprire e riempire il formulario in momenti successivi, purché si usi lo stesso PC e le cookies siano attive.