Bandiere verdi e nere di Legambiente Alpi

Il Rapporto Carovana delle Alpi segnala buone e cattive pratiche nell’arco alpino.

Bandiere verdi e nere di Legambiente Alpi: assegnate oggi. L’ ormai storica campagna estiva dell’associazione del cigno verde fotografa le dinamiche decisionali e politiche sulel Alpi italiane, e ne da una valutazione di merito.

Ogni anno Legambiente fotografa la situazione ambientale e culturale dei territori montani e assegna due più uno(da quest’anno) riconoscimenti: bandiere verdi, per le pratiche innovative e le esperienze di qualità ambientale e culturale dei territori montani;  bandiere nere,  per le criticità e le lacerazioni del tessuto alpino; bandiere grige, quest’anno per la prima volta, ad indicare quelle ipotesi progettuali negative per l’ambiente. Il dossier è stato presentato oggi a Valdieri (Cuneo).

La regione più virtuosa è il Piemonte, con 5 bandiere verdi, seguita da Veneto (4), Lombardia, Valle d’Aosta e Friuli Venezia Giulia (2), Trentino e Alto Adige (1). Per la prima volta assegnata anche una bandiera grigia, monito di Legambiente per il progetto di portare una tappa del Giro d’Italia 2011 di ciclismo sul Monte Lussari, sulle Alpi Giulie.

Citiamo ad esempio alcuni casi: “Interventi e buone pratiche volte alla mitigazione degli effetti climatici arrivano daChamois (AO), unico comune italiano non raggiunto dalle auto che si sta impegnando nella progettazione di una Comunità energetica oil free.L’amministrazione comunale di Besenello (TN) si contraddistingue invece per l’impegno profuso negli ultimi anni nel sensibilizzare la comunità locale al problema dell’inquinamento da traffico e sull’assurdità della costruzione dell’autostrada A31 Valdastico Nord.”

Anche alle province autonome di Trento e Bolzano sono assegnate due bandiere nere. Alla prima, quella di Trento per le recenti decisioni non in linea con la tutela dell’ambiente e della fauna alpina. La seconda, di Bolzano riceve la bandiera per l’emanazione di una delibera che autorizza l’impiego di pesticidi potenzialmente pericolosi per l’ambiente nelle aree di tutela delle acque potabili, in un territorio già pesantemente sottoposto all’uso di queste sostanze impattanti.

Qui potete leggere il Rapporto Carovana delle Alpi 2019 completo
Comunicato stampa

La campagna Carovana delle Alpi è nata nel 2002 per difendere e  promuove il territorio alpino, un’ecosistema fragile minacciato dai mutamenti climatici e da uno sfruttamento eccessivo delle risorse.

Inoltre, da luglio a ottobre, i circoli locali di Legambiente organizzano tante iniziative per stimolare una gestione lungimirante e sostenibile del territorio.

Summit Carovana delle Alpi
L’appuntamento annuale delle realtà virtuose in quota. Si svolge il 15 e 16 giugno nel Parco delle Alpi Marittime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi