Bocconi avvelenati: precisazione della Provincia

In relazione al contrasto del fenomeno dei bocconi avvelenati, la Provincia Autonoma di Trento ha precisato che è attivo in Trentino, come previsto da un’Ordinanza del Ministro della Salute, un Tavolo di coordinamento che ha il compito di coordinare la gestione degli interventi da effettuare e di monitorare il fenomeno.
Il Tavolo, al quale la Provincia partecipa tramite un veterinario del Servizio Politiche sanitarie e per la non autosufficienza, è composto altresì da un rappresentante per ciascuno dei seguenti enti: Azienda provinciale per i servizi sanitari, Corpo Forestale Provinciale, Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, Guardie zoofile, Ordine dei medici veterinari di Trento, Questura di Trento, Comando Provinciale Carabinieri e Comando della Guardia di Finanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi