venerdì, 15 Ottobre 2021
Home Natura Animali

Animali

È la sezione dedicata agli animali del mondo alpino.

Raccontiamo dei grandi predatori delle Alpi (orso bruno, lupo e lince) e delle altre specie che abitano i boschi e le montagne, come gli ungulati, i rapaci, gli insetti. Con un’attenzione particolare alle notizie di attualità che interessano la vita di questi animali, dalla gestione dell’orso e del lupo, ai  rischi di sopravvivenza a causa dei cambiamenti climatici.


Scoiattolo rosso (foto Fabrizio Bottamedi)

Ma lo scoiattolo va in letargo?

Il nido è di forma sferica ed è costruito in genere sulla biforcazione dei rami di un albero.
La cresta erettile dell'upupa (foto Jacopo Rigotti)

L’upupa: l’eleganza allo stato puro

Quando è in volo, con uno stile che ricorda quello delle farfalle, risaltano il bianco e il nero delle ali, del dorso e della coda di questo uccello.

Il macaone, la farfalla elegante che difende il territorio

L'apertura alare del macaone è tra le più ampie tra i lepidotteri

Gli uccelli che non abbandonano la montagna neanche in inverno

Nella stagione fredda ogni specie ha sviluppato la propria strategia di sopravvivenza, dall'abbassarsi di quota, al confondersi con l'ambiente circostante.
Scoiattolo grigio (foto Ambrogio Molinari)

Scoiattolo grigio sulle Alpi: minaccia o risorsa?

Specie non autoctona, ma originaria dei boschi del Nordamerica è stata introdotta accidentalmente in Europa.
Capriolo (foto Alessandro Forti)

Capriolo: i segreti del palco e dello specchio anale

Il palco del capriolo è considerato uno strumento difensivo, ma anche di attrazione per le potenziali partner.
In questa immagine un rospo smeraldino (foto Jacopo Rigotti)

Rospo smeraldino: bello, ma è pericoloso?

Dalle abitudini notturne, il rospo smeraldino si caratterizza per il colore della livrea del dorso che, se toccata, può essere irritante.
Il cuculo (foto Graziano March)

L’inganno del cuculo

Schivo, solitario, difficile da osservare e soprattutto grande approfittatore dell'ingenuità altrui. Stiamo parlando del Cuculo (Cuculus canorus) un uccello appartenente alla famiglia dei...
Nella foto un maschio di stambecco

Curiosità: lo sapevi che lo stambecco …

Lo stambecco è comparso in Europa durante la glaciazione di Riss (130-250 mila anni fa) e ormai è rimasto confinato nelle zone montuose più elevate.
Ramarro (foto Jacopo Rigotti)

Il ramarro: il “principe azzurro” dei sauri

Durante il periodo degli amori i maschi lottano tra di loro alzando la parte anteriore del corpo, mettendo in mostra la gola azzurra.
Maggiolini (foto Herry Gottardi)

Maggiolino: l’insetto legato a maggio

Il maggiolino ha un nome che fa simpatia, dovuto al mese in cui inizia a sfarfallare, ed è uno dei più diffusi, riconoscibili e temuti...
Falena "Sfinge testa di morto "(foto Matteo Trentin)

Falena “Sfinge testa di morto”: la golosa di miele

Nonostante il nome, che suscita un certo timore, si tratta di una delle falene più affascinanti e sotto molti aspetti sorprendenti (Foto di Matteo Trentin).
Corna o palchi? In questa immagine degli stambecchi maschi che si stanno sfidando in combattimenti (foto archivio PNAB)

Corna o palchi? Le differenze (video)

Quali sono le differenze tra le corna e i palchi? In questo breve video di BuongiornoNaturaTV rispondiamo a questa domanda.
Maschio e femmina di capriolo (foto Alessandro Forti)

Come valutare il sesso nel capriolo a distanza

Un grosso aiuto per la distinzione del sesso viene dall’osservazione della postura assunta durante l’orinatura.

L’astore: il predatore volante più potente e incredibile del bosco

Rispetto ai cugini aquila e poiana, è forse meno conosciuto, ma l'astore è uno dei rapaci più potenti e straordinari che esistono in natura. Le sue armi segrete sono la potenza e l'agilità. Ma sopratutto l'effetto sorpresa. Siamo andati alla sua ricerca. Ecco cosa abbiamo scoperto.
Un piccolo di cuculo imbeccato da un codirosso (foto Jacopo Rigotti)

Cuculo: l’opportunista che si fa adottare

Oltre che per il conosciutissimo canto, lunghi "cu-coo", questa specie è celebre per il cosiddetto "parassitismo di cova".
Gestione lupi e orsi. In questa immagine un esemplare di orso bruno

Ma il sonno invernale dell’orso bruno è un vero letargo?

Durante il sonno invernale la sua temperatura corporea diminuisce di soli  4-5 °C, rispetto ai valori normali di 37,5-38,3 °C.
In questa foto un orso bruno

A che velocità può correre un orso bruno? (video)

Sebbene l'orso bruno non sia strutturalmente predisposto per la corsa e le velocità elevate, riesce lo stesso a stupire per ciò che riesce a fare.
Un esemplare di cervo (foto Graziano March)

La forca e la corona del cervo

Il palco dei cervi è una delle caratteristiche più sorprendenti di questi animali che ricorda le ramificazione di un albero.
Capriolo (foto Alessandro Forti)

La primavera, quando il capriolo pulisce il palco

In primavera, una volta del tutto formato, il palco verrà strofinato contro rametti e arbusti per liberarlo dal velluto ormai morto.
Un orso bruno (foto Enrico Costanzo)

Orso bruno: perché è chiamato plantigrado?

L'orma della zampa posteriore dell'orso bruno assomiglia a quella del piede dell'uomo, ma con la differenza che il dito più grosso è il quinto, quello più esterno.
Ragni granchio (foto Matteo Trentin)

I ragni granchio: i formidabili cacciatori dei fiori

Non catturano le prede con le tele (non le costruiscono), ma tendendo loro agguati e finendole con un morso velenoso.

Le arvicole dei boschi stanno colonizzando i territori delle arvicole delle nevi

Uno studio sui piccoli mammiferi ha evidenziato che l'arvicola rossastra tipica dei boschi si sta alzando di quota a causa dei cambiamenti climatici, occupando l'habitat dell'’Arvicola delle nevi
Maschio di picchio verde (foto Jacopo Rigotti)

Il picchio verde: l’amante del canto e delle “trasferte” a terra

lo si può osservare spesso al suolo muoversi con disinvoltura in battute di caccia, alla ricerca d'insetti che poi agguanta con la sua lingua viscosa.
Femmine di cervo (foto Alessandro Forti)

Le rigide regole di vita nei branchi femminili di cervo

Solitamente i branchi femminili di cervo si formano dall’unione di più unità famigliari.

I “segreti” del picchio muratore che tanto picchio non è

La specie è famosa per l'abitudine di rimpicciolire il foro d’entrata del nido, cementandolo con del fango impastato.
Volpe (foto Helmuth Zeni)

La coperta della volpe

La coda per la volpe è importantissima: durante la stagione fredda, è utilizzata anche come una vera e propria coperta per proteggersi al freddo.
Gli asilidi sono dei formidabili predatori (foto Matteo Trentin)

Asilidi: i formidabili predatori d’insetti

Il loro aspetto li rende, per molti aspetti, inconfondibili e paragonabili a delle vere e proprie "macchine da caccia".
Tecla del rovo (foto Matteo Trentin)

Tecla del rovo: la farfalla verde

Piccola farfalla molto diffusa in Italia, ha la caratteristica di avere la colorazione della parte inferiore delle ali di colore verde.
Cervo volante o Lucanus cervus (foto Alessandro Forti)

Il Cervo volante, abitante di boschi vetusti

Proprio dalle mandibole dentate maschili, che ricordano i palchi dei cervi, deriva il nome di questi coleotteri.

Caprioli “in velluto”

In inverno i palchi dei caprioli sono coperti da un rivestimento cutaneo davvero particolare: il velluto. Ecco di che cosa si tratta
Una vipera (foto Angelo Caliari)

Vipera: il serpente sordo che avverte le vibrazioni del suolo

La vipera o aspide, nella fotografia in alto di Angelo Caliari, è un serpente sotto molti aspetti sorprendente: innanzitutto non è un animale aggressivo,...
Torcicollo (foto Graziano March)

Torcicollo: il picchio che sibila come un serpente

Pur appartenendo alla Famiglia dei picchi non tambureggia per scavare buchi nei tronchi.
In questa immagina la lepre variabile ha quasi completato la fase di muta della pelliccia (foto Andrea Mustoni)

La lepre che diventa bianca come la neve

Sulla Alpi vive una  lepre "maestra" del criptismo. Lo zoologo Andrea Mustoni ci spiega di che cosa si tratta e i segreti di questo affascinante mammifero.
Giornata di studio del CAI sui grandi carnivori: nella foto di Enrico Costanzo un orso bruno

Quanto pesa un orso bruno alla nascita? (video)

Il peso risponde a una precisa strategia di sopravvivenza, permettendo la vita del piccolo e della madre.

Gli alpaca, i nuovi abitanti delle Alpi.

Loretta Merighi, titolare del Maso Eden, a Cavedine, ci svela i segreti di questi affascinanti camelidi originari del Sudamerica.
In questa immagine un maschio di stambecco (foto Helmuth Zeni)

La strana storia dello stambecco

In Italia sono presenti circa 4500 stambecchi, dei quali il 70% nelle sole provincie di Sondrio, Aosta e Torino.
In questa immagine un picchio nero in volo (Foto Jacopo Rigotti)

Picchio nero: il maestro del nido

L'ornitologo Luigi Marchesi ci svela le eccezionali doti del picchio nero e di come i suoi nidi, una volta abbandonati, siano prediletti da diverse specie di animali.
Gallo cedrone, amori all'alba (Foto Graziano March)

Gallo cedrone: innamorati

La stagione degli amori, per questi tetraonidi, è un periodo di canti, parate, tenere danze e combattimenti, a volte cruenti.
Picchio nero in volo (foto Graziano March)

Picchio nero: l’uccello con il radar

Grazie al becco e alla coda rigidissima, riesce a tamburellare con una media di frequenze variabile tra i 15 e i 20 battiti al secondo.

Né cane, né lupo: ecco l’ibrido. Un problema da gestire

L'ibridazione tra le due specie rappresenta un rischio per la biodiversità a cui si sta cercando di porre rimedi. Ecco come.
Un crociere maschio (foto Graziano March)

Il crociere, il divaricatore dei boschi

Bravo acrobata, questo uccecapace di mangiare anche appeso sui rami a testa in giù

La giostra del capriolo

Da luglio comincia la fase degli amori per il capriolo e la maggior parte degli accoppiamenti avviene tra la fine di luglio e la metà di agosto.
Un orso bruno del Trentino(foto C. Frapporti Archivio Servizio foreste e fauna PAT)

Rapporto grandi carnivori: circa 70 orsi e 7 branchi di lupi

In Trentino presenti da 21 a 23 piccoli di orso bruno. La lince B132 vive soprattutto tra i monti della Val d'Ampola
Esperienze di montagna: cima Vallon (Foto Angelo Caliari)

Esperienze di montagna. “Dove non osano i camosci”

"Se c’è un perché ad ogni azione, anche quelle che appaiono incoscienti lo si scopre con il tempo, che rimane sempre il miglior maestro".
Merlo dal collare (foto Graziano March)

Merlo dal collare: la mezzaluna della montagna

Dal carattere timido ed elusivo, questa specie si muove con agilità a terra, camminando o saltellando.
Scarabeo giapponese (foto archivio Università di Siena)

L’invasione dello scarabeo giapponese

Il progetto europeo “Integrated Pest Management (IPM) Popillia” punta a contrastare l’invasione dello scarabeo giapponese Popillia japonica, che minaccia l’agricoltura, il paesaggio...
Gestione lupi e orsi. In questa immagine un esemplare di orso bruno

L’olfatto dell’orso bruno (video)

L'orso bruno, secondo alcuni esperti, riesce a percepire certi odori anche a distanze di circa 20 km. Guarda il video.
In questa immagine una pernice bianca riflette la sua ombra sulla neve (foto Jacopo Rigotti)

Pernice bianca, l’uccello dalle zampe di lepre

Relitto glaciale, "maga" del criptismo, fedele per la vita, la pernice bianca stupisce per le doti di animale alpino L'inverno è ormai arrivato in quota...
Femmina adulta accompagnata al pascolo dai suoi due piccoli nati tra la fine di maggio e la metà di giugno (foto Alessandro Forti).

L’estate delle femmine e dei piccoli di capriolo

I caprioletti, solitamente due per ogni femmina, durante le prime settimane di vita restano accovacciati in luoghi sicuri.
Salamandra alpina (foto Alessandro Forti)

Salamandra alpina: l’anfibio della pioggia

Imbattersi in una salamandra alpina non è facile, le probabilità aumentano la notte o dopo la pioggia
La lepre (foto Alessandro Forti)

Le doti nascoste (e straordinarie) della lepre

Questo animale è capace di balzi di 1.5 metri in altezza e di 2.5 in lunghezza può raggiungere velocità di 60 km/h. 
In questa immagine un pettirosso, tra gli uccelli più vivaci (Foto Jacopo Rigotti)

Il pettirosso: l’apparente mansueto

Il canto del pettirosso per il controllo del territorio Questa mattina a darci il buongiorno sono due bellissimi pettirossi, fotografati, rispettivamente, da Jacopo Rigotti e...

“Orso bruno: ma perché è importante la sua presenza?”

I giovani ricercatori dell' OWL (Open Wet Lab) si sono posti le domande: "Ma a che cosa serve la presenza dell'orso bruno nelle Alpi? "Qual è l’impatto ambientale dell’orso tra le nostre meravigliose montagne?". Ecco la risposta che si sono dati.
L'orso bruno che passeggia a Fai della Paganella (foto Giovanna Horsten)

L’orso bruno a passeggio a Fai della Paganella

Dopo l'avvistamento a Cavedago di martedì scorso, la notte tra mercoledì e giovedì (1 e 2 aprile) intorno all'1.30, un orso bruno...

CURIOSITA'

Questo sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico.
In particolare l'analisi del traffico viene effettuata attraverso l'invio di dati anonimizzati a Google Analytics
Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo.
Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento ma disattivandoli alcuni servizi potrebbero non funzionare.
Maggiori informazioni su Privacy e Cookies

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi