“Cervi e uomini”, il nuovo libro di Aldo Martina

7
Un dettaglio della copertina del libro
Un dettaglio della copertina del libro "Cervi e uomini" di Aldo Martina

Mercoledì 11 dicembre, alle 18, nella sala conferenze del Muse-Museo delle Scienze di Trento, sarà presentato il libro “Cervi e uomini” del naturalista Aldo Martina.

Il libro rappresenta il primo volume della nuova collana editoriale di Bertelli Editori dal titolo “Al limite”: narrazioni e riflessioni sulla relazione Uomo-Natura nel tempo della crisi climatica. 

“Partendo dalle Alpi, ma senza fermarci a queste montagne”, scrivono in apertura del volume l’editore Andrea Bertelli e il curatore Stefano Albergoni (sociologo, titolare di Ambiente Trentino), “daremo voce ad autori in grado d’indicare temi, connessioni e punti di vista che aiutino la nostra società a cambiare rotta.” 

La copertina di "Cervi e uomini" di Aldo Martina
Il libro 

Protagonista del libro di Aldo Martina è uno staff composto da ricercatori e studenti universitari alle prese con un gruppo di cervi di cui studiano le abitudini e il comportamento. In un continuo intrecciarsi di eventi, emerge il carattere e la personalità dei protagonisti, che si trovano ad affrontare circostanze e imprevisti di un’impegnativa ricerca sul campo. 

I retroscena della ricerca sono intervallati da riferimenti alla storia del cervo, dalle origini ai giorni nostri, ma anche alla sua biologia, giungendo ad evidenziare i motivi, ricchi e complessi, che lo hanno legato indissolubilmente alla storia dell’uomo. Anche un antico e solitario cacciatore si mette sulle tracce del cervo, ma queste lo porteranno ad un tragico epilogo che, a distanza di migliaia di anni, è tuttora oggetto di indagini. 

“Cervi e uomini” nasce dall’intento di offrire un contributo divulgativo, sotto forma di lettura, nello spirito della “scienza partecipata”. Alla spiegazione tecnica, ma accessibile sul cervo, si alterna e s’intreccia la narrazione di episodi e aneddoti nell’ambito di uno studio su questa specie, in cui i protagonisti, ricercatori e studenti, condividono con il lettore le loro esperienze di lavoro sul campo. Tra le diverse difficoltà e imprevisti, trapela il coinvolgimento emotivo verso quel lavoro, la natura e altro ancora. 

L’autore 

Nato a Roma, naturalista, ha lavorato per diversi enti in ambito faunistico e nella didattica ambientale. Dal 2003 collabora con il Parco Naturale di Paneveggio Pale di San Martino. Ha condotto numerose conferenze pubbliche sulla fauna selvatica ed è autore di articoli sia scientifici che divulgativi. 

Nella foto l'autore, Aldo Martina

Ha pubblicato “Nella selva oscura. Racconti naturalistici vissuti sul campo” (Edizioni del Faro, 2018) e “Sentieri selvaggi. Un anno in Val Canali, tra Villa Welsperg e le Pale di San Martino” (Edizioni del Faro, 2019).

Di questo secondo volume, l’autore ha scritto: “Quando il piacere della scoperta genera nel ricercatore il dovere della divulgazione, il rispetto per ciò che ci circonda può diventare patrimonio collettivo ed essere trasmesso alle future generazioni.