Fagiano di monte (foto Jacopo Rigotti)

Fagiano di monte: il “conquistatore” delle arene

Questa mattina torna a darci il buongiorno il fagiano di monte, ritratto da Jacopo Rigotti. Chiamato anche gallo forcello, i maschi di questo tetraonide (dal piumaggio lucente e il sottocoda bianchissimo) durante i periodi della riproduzione cercano di conquistare le femmine (di dimensioni più piccole e di colore su tonalità brune) con affascinanti corteggiamenti ritualizzati, sfidandosi in delle vere e proprie arene, le cosiddette lek.

Fagiano di monte: in questa immagine una sfida tra due maschi (foto Jacopo Rigotti)
Fagiano di monte: due maschi si sfidano per conquistare le femmine (foto Jacopo Rigotti)

In queste arene, con le femmine come pubblico, i maschi danno sfoggio di tutta la loro forza e bellezza, assumendo una postura impettita, saltellando ad ali aperte, esibendo le caruncole rosse sopra gli occhi e  gonfiando le bellissime penne bianche del sottocoda. Possono arrivare anche ad uno scontro fisico, da cui uno dei due contendenti può uscirne ferito. Il vincitore avrà alla fine il diritto di accoppiarsi e per, così dire, di appartarsi nel nido con la propria compagna che l’anno dopo può essere diversa in quanto poligamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.