Fai della Paganella: torna Orme, il festival dei sentieri

Angelo Branduardi tra i protagonisti della seconda edizione di Orme, il festival dei sentieri

Le attese sono tante, così come i protagonisti, tra cui il celebre cantautore Angelo Branduardi. Stiamo parlando di Orme, il festival dei sentieri che si svolgerà nel boschi di Fai della Paganella dal 13 al 15 settembre prossimi. Una manifestazione, (quest’anno giunta alla seconda edizione) con un programma ricco di eventi, creati ad hoc per chi ama camminare a passo lento, immerso nella natura. A spiegarcelo è stata Lucia Perlot, presidente del Consorzio Fai Vacanze che, insieme all’Apt Dolomiti Paganella, al Comune di Fai della Paganella e numerosi volontari, organizza il festival.

Innanzitutto a chi si rivolge “Orme”?

«Il nostro è un progetto dedicato al camminare, a chi ama andare alla scoperta della natura a passo lento, ma è anche un’iniziativa dedicata alla cultura e alle emozioni che spesso fioriscono proprio quando ci si allontana dalla frenesia della nostra vita e si trova il ritmo nel proprio passo…».

Ritrovando se stessi…

«E anche gli altri: il festival intende, infatti, offrire anche questa opportunità, la possibilità cioè di entrare in rapporto con l’ambiente di montagna percorrendo sentieri dove l’energia della natura e della biodiversità genera momenti di costruzione di relazioni e d’incontri e l’opportunità di vivere emozioni che possono essere l’inizio di una nuova storia da raccontare».

Orme, il festival dei sentieri: un evento in Paganella durante l'edizione 2018
Orme, il festival dei sentieri: un evento in Paganella durante l’edizione 2018

Veniamo al programma: una delle star del festival è Angelo Branduardi, quando si esibirà?

«Il 14 settembre, alle 21, sui prati del Fun Park, l’ingresso è gratuito, così del resto tutti gli altri eventi, ad eccezione di due. Quando lo abbiamo contattato si è “innamorato” subito di “Orme”, peraltro il suo concerto s’intitola proprio “Camminando, camminando” quindi  è perfettamente in linea con la filosofia del nostro progetto».

Angelo Branduardi tra i protagonisti del festival
Angelo Branduardi tra i protagonisti del festival

E poi cosa proponete?

«Gli appuntamenti sono davvero numerosi, elencarli tutti è davvero difficile, tra questi posso ricordare l’appuntamento di apertura, venerdì 13, con il convegno dal titolo “Ben-essere, uomo e bosco”, dedicato allo sviluppo territoriale legato al turismo lento, con l’artista Federico Ortica, lo scienziato Antonio Brunori, l’esperta di Waldenviaggi, Francesca Favati e lo storico esperto di cammini Matteo Melchiore. Alle 20.45 avremo poi il primo emozionante evento serale nel bosco, dal titolo “ResonaTrees”, una straordinaria performance del sound artist Federico Ortica che, attraverso un’inedita installazione sonora e luminosa multisensoriale, trasformerà gli alberi in veri e propri strumenti musicali, facendoci sentire i loro suoni».

Gli alberi, quindi, diventano una sorta di orchestra musicale?

«Sì, numerosi studi hanno dimostrato che le piante emettono una sorta di melodie e Federico Ortica ha condotto degli studi al riguardo, sperimentando nei boschi di Città della Pieve della famiglia Margaritelli, proprietaria del marchio “Listone Giordano”, un’inedita installazione sonora multisensoriale, in grado di captare questi suoni attraverso dei cosiddetti trasduttori applicati sul tronco e sui rami degli alberi. A Fai della Paganella, al festival, avremo la possibilità di sentire queste emozionanti melodie delle piante rielaborate da Federico Ortica in un vero e propri spettacolo multisensoriale e multidimensionale».

Lo spettacolo nel bosco di Orme
Orme il festival dei sentieri

Il programma prevede anche eventi per gli appassionati di fotografia naturalistica e, come lo scorso anno, anche per i nostri amici a quattro zampe. 

«Esatto: venerdì 13 inizierà il workshop di fotografia naturalistica con Andrea Zampatti, due giornate per imparare le tecniche per fotografare gli animali nel loro ambiente naturale; sabato 14, inizieranno invece gli incontri con la cinofila Sonia Sembenotti, “Vita a 6 zampe”, dedicato alla relazione tra uomo e cane. Sempre nel bosco, avremo poi iniziative per i più piccoli, con il “Sentiero delle fiabe” e per i più grandi performance teatrali con i personaggi di Shakespeare».

Ad Orme eventi anche per i nostri amici a 4 zampe
Ad Orme eventi anche per i nostri amici a 4 zampe

Abbiamo letto che ci saranno anche i “Sentieri dei sapori”, di che cosa si tratta?

«Si tratta d’iniziative che vedranno le partecipazioni dello chef stellato Walter Valerio, del Sport Hotel Panorama che reinterpreterà in modo originale i piatti di un tempo della nostra tradizione, il tutto servito in un vero e proprio ristorante nel bosco e della chef Valeria Mosca che ci insegnerà a raccogliere e cucinare le erbe selvatiche. E sempre a proposito di sapori, si parlerà anche di quelli che Yanez Borella e Giacomo Meneghello hanno scoperto nel loro viaggio in e.bike dal Trentino alla Cina. Infine tra gli appuntamenti di chiusura ricordo che si svolgerà anche quest’anno la Desmontegada con il concerto dei Die Esel’n e l’elezione della mucca più bella». 

Lo scorso anno nei vari eventi diurni e serali avete avuto la presenza di oltre 3.000 persone, un bel risultato che richiede una notevole organizzazione?

«Sì, e per la quale ringrazio tutta la squadra organizzativa e soprattutto i numerosi volontari senza i quali non sarebbe possibile realizzare tutto questo».

Il programma dettagliato del festival sul sito https://www.festivalorme.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi