Fino al 10 marzo la “Settimana dei musei”

Per la “Settimana dei musei” previsto anche il biglietto ridotto per i giovani da 18 a 25 nei giorni a pagamento.

Fino al 10 marzo anche nella provincia di Trento si potranno visitare gratuitamente i musei, grazie all’iniziativa “Settimana dei musei” lanciata a livello nazionale dal Ministero per i beni e le attività culturali. Per favorire la frequentazione dei luoghi museali,è, inoltre, previsto il biglietto ridotto per i giovani dai 18 ai 25 anni che, nei giorni di apertura a pagamento, possono entrare al costo di 2 euro.

Al Castello del Buonconsiglio accanto alla mostra appena inaugurata “Colori fluttuanti: la carta marmorizzata tra Oriente e Occidente”, sarà possibile prendere parte a laboratori gestiti dal curatore della mostra Lorenzo Pontalti assieme a un gruppo di studenti del Liceo artistico “A. Vittoria” di Trento (9-10 marzo, dalle ore 14.30 alle 16.30 su prenotazione, tel. 0461 492811, 3 euro a persona). Le sedi museali distaccate del Buonconsiglio – Castel Thun, Castel Beseno e Castel Stenico – chiuse durante la settimana, saranno godibili sabato 9 e domenica 10 marzo (orario invernale 9.30 – 17.00).

Ad aderire alla #settimanadeimusei v’è poi il S.A.S.S. – Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, gestito dalla Soprintendenza per i beni culturali, dove, tra l’altro, sabato alle ore 15 si svolgerà l’iniziativa per bambini “Dadi, noci e astragali. Giochi e passatempi dei bambini dell’antica Roma”, mentre alle 17.30 sarà inaugurata la mostra “Amazzonia. Le Custodi della Biodiversità”.

Al Muse, il Museo delle Scienze di Trento, prosegue la mostra “Genoma umano. Quello che ci rende unici”, che affronta argomenti sempre più attuali nel campo della genomica e della salute. Aperte gratuitamente anche le sue sedi distaccate: Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni e il Museo Geologico delle Dolomiti a Predazzo. Le visite guidate e le attività da programma saranno a pagamento, ad eccezione delle visite al Planetario di domenica 10 marzo, gratuite in occasione della Giornata dei Planetari. 

Per quanto riguarda il Museo diocesano tridentino, il cui l’accesso gratuito riguarda le giornate di sabato e di domenica, continua la mostra “Terra Mala. Viaggio nella Terra dei Fuochi”, reportage fotografico di Stefano Schirato dedicato al dramma umano e ambientale che interessa la “Terra dei Fuochi” in Campania. 

Al Mart vi è la mostra “Passione – 12 progetti per l’arte italiana”, che propone oltre 250 opere tra cui i capolavori dei maggiori Maestri moderni e contemporanei: Medardo Rosso, Carlo Carrà, Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Felice Casorati, Renato Guttuso, Ettore Colla, Agostino Bonalumi, Giuseppe Uncini. Sempre a Rovereto, anche la Casa d’Arte Futurista Depero aderisce all’iniziativa.

Infine anche il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina ha accolto la proposta con l’ingresso gratuito alle proprie sale e collezioni etnografiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi