I Tetraonidi alpini protagonisti del webinar #AUSFinrete

L'evento, organizzato da AUSF Padova, nell'ambito del progetto #AUSFinrete, si svolgerà il 10 febbraio, alle 17. Relatore il naturalista Alessandro Forti

557
Mostra Montagne verdi: Gallo cedrone - Archivio Pnab
Mostra Montagne verdi: Gallo cedrone - Archivio Pnab

Mercoledì 10 febbraio, alle 17, si svolgerà il webinar dal titolo “Ricerca e monitoraggio dei Tetraonidi alpini”.

L’evento è organizzato da AUSF Padova (Associazione Universitaria degli Studenti Forestali di Padova) nell’ambito del progetto nazionale #AUSFinrete.

Relatore del seminario sarà il naturalista Alessandro Forti, esperto e autore di Buongiorno Natura.

Il seminario si potrà seguire in diretta sulla pagina Facebook dell’AUSF (qui il link) o sulla piattaforma web per videoconferenze Zoom (qui il link)

La locandina dell'evento sui Tetraonidi
La locandina dell’evento sui Tetraonidi


L’iniziativa #AUSFinrete, promossa da AUSF Italia (Confederazione delle Associazioni Universitarie degli Studenti Forestali d’Italia) è nata durante il lockdown.

All’iniziativa hanno aderito le dieci sedi locali AUSF presenti in Italia, rispettivamente, nelle Università di Torino, Padova, Firenze, Viterbo, Napoli, Molise, Potenza, Nuoro, Palermo e il FAG (Forest e Agricolture Group) dell’Università di Reggio Calabria.

AUSF Padova è l’associazione italiana più grande di studenti universitari di Scienze Forestali. E’ membro di AUSF Italia e dell’IFSA (International Forestry Student Association). L’iscrizione è libera a tutti gli studenti delle facoltà di Agraria e a tutti coloro i quali siano interessati ai molteplici servizi e prodotti generati dalle foreste.

I Tetraonidi alpini

In questa immagine un gallo cedrone (foto Fabrizio Bottamedi)
Gallo cedrone (foto Fabrizio Bottamedi)

“Re” dei Tetraonidi alpini è il Gallo cedrone (Tetrao urogallus). Questo straordinario galliforme per le sue dimensioni è infatti il più grande tra i Tetraonidi, tra i quali spiccano per bellezza anche la Pernice bianca (Lagopus muta) e il Fagiano di monte (Tetrao tetrix). Ma altrettanto fascino lo sprigiona il Francolino di monte (Bonasa bonaria) che si caratterizza, peraltro, per le dimensioni medio-piccole.

In questa immagine della sezione Natura una pernice bianca nel suo caratteristico piumaggio invernale (foto Jacopo Rigotti)
Un bellissimo esemplare di pernice bianca. Si possono notare le zampe piumate che proteggono l’uccello dal freddo (foto Jacopo Rigotti).

Il naturalista e faunista Alessandro Forti oltre ai Tetraonidi si è occupato anche di altre specie animali. Qui alcuni suoi articoli scritti per Buongiorno Natura:

Come valutare il sesso del Capriolo a distanza

Salamandra alpina: l’anfibio della pioggia

La giostra del Capriolo