Il capriolo, l’abitante delle boscaglie

17
Capriolo (foto Fabrizio Bottamedi)
Capriolo (foto Fabrizio Bottamedi)

Le forme e le dimensioni di un animale, spiegano gli zoologi, possono fornire importanti indicazioni sulle rispettive abitudini.

La morfologia del capriolo (nella foto sopra di Fabrizio Bottamedi) rispetto per esempio a quella di un altro ungulato come il cervo, indica che questo animale è strutturato per muoversi con agilità nei boschi misti, ricchi di sottobosco (trofeo ridotto e rivolto all’indietro, piccole dimensioni, un maschio è lungo circa 115 cm e pesare tra 20-28 kg).

La struttura del cervo (grande palco, lunghezza di un maschio tra 180-210 cm, peso tra 100-300 kg) indica che questo animale è tipico dei boschi aperti ad alto fusto.

In questa immagine un cervo (foto Fabrizio Bottamedi)
Un cervo (foto Fabrizio Bottamedi)