In Trentino inquinanti nell’aria diminuiti del 40%

57
Qualità dell'aria: inquinanti diminuiti del 40% (foto archivio Ufficio stampa Pat)
Qualità dell'aria: inquinanti diminuiti del 40% (foto archivio Ufficio stampa Pat)

Anche il mese di aprile, come marzo, ha fatto registrare in Trentino, a seguito delle restrizioni legate al lockdown, un netto miglioramento della qualità dell’aria. 

Secondo le rilevazioni dell’Appa (Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente) le misure di limitazione alle attività produttive e alla circolazione del traffico hanno continuato a fare registrate una riduzione delle emissioni di inquinanti nell’aria rispetto allo stesso periodo degli anni scorsi, soprattutto per quel che riguarda il biossido di azoto (NO2).

Il perdurare del blocco della circolazione stradale ha consentito una diminuzione delle concentrazioni che, paragonando i valori degli ultimi 5 anni, risultano di circa il 40% al di sotto delle medie del medesimo periodo in tutta la provincia.

Le concentrazioni massime orarie di biossido di azoto hanno evidenziato una marcata diminuzione delle concentrazioni durante i fine settimana.

“Tuttavia è bene precisare – ha evidenziato l’Appa – che l’andamento temporale dei dati di inquinamento atmosferico è normalmente influenzato anche dalla variabilità delle condizioni meteorologiche”.