La Ciaspolada 2020 si correrà tra le strade di Fondo

180
La Ciaspolada - il vincitore dell'edizione 2019 Cesare Maestri (foto Lopiùstudio)
La Ciaspolada - il vincitore dell'edizione 2019 Cesare Maestri (foto Lopiùstudio)

Le temperature rigide di questi giorni sono esattamente ciò che attendevano gli organizzatori de La Ciaspolada per cominciare a produrre la neve sulla quale il 5 gennaio si disputerà la 47ª edizione della gara. Anche questa volta, per eliminare ogni tipo di incertezza, il percorso è stato deciso in maniera definitiva con largo anticipo, in modo da fornire delle garanzie a chi desidera iscriversi e la scelta è ricaduta su un tracciato quasi interamente urbano, già sperimentato con successo qualche anno fa. I concorrenti saranno quindi chiamati a sfidarsi lungo le strade di Fondo, in un contesto che valorizzerà i prodotti trentini, le tradizioni locali e gli allestimenti previsti per il “Natale in tutti i sensi”, che ha già preso il via con le sue bancarelle e i suoi laboratori.

Il percosso de La Ciaspolada 2020

La partenza sarà allestita come sempre ai Pradiei, spazio ampio che offre la possibilità di dare vita ad una vera e propria “mass start”, poi i concorrenti si dirigeranno immediatamente verso il centro abitato, all’interno del quale si muoveranno correndo sulla neve fino alla conclusione dei propri sforzi. Dopo aver risalito via Mazzini, entreranno nel circuito, composto da via Roma, poi da via Segantini, dove troveranno il vin brulé e i musicanti, da via Inama, che porterà i concorrenti a ridosso del mercatino di Natale, via Stefenelli, con il succo di mela caldo, il passaggio sopra al Palanaunia, dalla discesa verso via Clesio con gli assaggi di pane e marmellata e di mortandela, che si innesta in via Santa Lucia e in via Lampi, con le sue frittelle di mele, per tornare a lambire Piazza San Giovanni e ricominciare. 

I “bisonti” prenderanno il via alle ore 16,30 e potranno percorrere l’anello quante volte vorranno fino alle 18.15, fermandosi a piacere agli stand e degustandone le delizie. Gli agonisti, che invece potranno soddisfare il palato solo a gara conclusa, scatteranno alle 18.30 e saranno chiamati a completare il circuito per sei volte, totalizzando così all’arrivo circa sette chilometri. Si tratta di un percorso pieno di saliscendi e quindi in grado di fare selezione anche fra i big.

Ci si può iscrivere fino a fine anno sfruttando le tariffe promozionali, che lieviteranno a partire dal 1° gennaio. Per assicurarsi un pettorale si può passare nella sede di Piazza San Giovanni a Fondo, ritirando subito il pacco gara, oppure ci si può procedere online su www.ciaspolada.it. Il costo per partecipare è di 15 euro (18 con noleggio delle ciaspole) per gli amatori e 30 euro (33 con il noleggio) per gli agonisti. Per quanto concerne le famiglie, con due iscrizioni a tariffa intera le successive scattano a tariffa agevolata, ovvero 7 euro a persona (10 con noleggio).