La “colazione” del cuculo

Questa mattina torna a darci il buongiorno un cuculo, ritratto da Fabrizio Bottamedi, mentre viene imbeccato dal genitore adottivo. Conosciuto come un uccello parassita od opportunista (perché sfrutta altri uccelli per nascere e crescere) il cuculo ha un’altra caratteristica che lo rende sotto certi aspetti molto particolare: riesce ad adattarsi per vivere a qualsiasi ecosistema, facendo, come si suol dire, “di necessità virtù”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi