La lepre variabile che si confonde con l’ambiente circostante

196
Lepre variabile (foto Andrea Mustoni)
Lepre variabile (foto Andrea Mustoni)

Questa mattina ci augura un buon sabato la lepre alpina, chiamata anche “lepre variabile” o “lepre bianca”, qui ritratta da Andrea Mustoni. Questo simpatico mammifero è chiamato “variabile” perché cambia il colore del mantello a seconda della stagione per confondersi con l’ambiente circostante (una strategia chiamata “criptismo”): questa lepre, tipica delle alte quote, in autunno è grigia, con tratti marroncini, in inverno è quasi completamente bianca, in primavera torna ad essere simile a quella vestita in autunno, mentre in piena estate è generalmente di un grigio marrone più uniforme.