La volpe a caccia nel prato

La volpe (Vulpes vulpes Linnaeus, 1758) sebbene appartenga all’ordine dei Carnivori e alla famiglia dei Canidi, possiede una dieta onnivora, cibandosi di lepri, micromammiferi, insetti, uccelli, uova, lombrichi, erpetofauna (cioè rettili e anfibi), carcasse rinvenute e rifiuti, integrando la dieta con frutti selvatici e bacche in estate e autunno. Tale caratteristica, l’onnivoria, le consente quindi di variare l’alimentazione seguendo le disponibilità trofiche (alimentari) del momento. 

Volpe (foto Alessandro Forti)
La volpe è un canide di medie dimensioni (lunga circa 70-90 cm per un peso complessivo attorno ai 6-10 kg). Le sue esigenze alimentari sono all’incirca di 500 gr. di cibo al giorno (foto Alessandro Forti).

L’ampio spettro alimentare spiega la sua plasticità ecologica, riuscendo in questo modo ad adattarsi a ambienti diversi, non a caso è il carnivoro selvatico con la più ampia distribuzione. In Italia si rinviene dal livello del mare fino agli ambienti d’alta montagna, riuscendo così a vivere negli habitat più svariati, compresi quelli fortemente antropizzati. Essendo un predatore opportunista, gli unici fattori limitanti, oggi, sono la disponibilità alimentare e le persecuzioni dirette di origine antropica.

Volpe a caccia nel prato (foto Alessandro Forti)
Attiva prevalentemente verso sera o durante la notte, la volpe se indisturbata può effettuare spostamenti e cacciare anche durante il giorno (foto Alessandro Forti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi