L’espressione sorniona della civetta nana

La civetta nana, qui fotografata da Fabrizio Bottamedi, è il più piccolo rapace notturno delle Alpi (qualche volta è attiva anche di giorno). Nonostante le sue piccole dimensioni questo rapace è un abile cacciatore: dotato di una vista molto acuta e di un’apertura alare che non supera i 40 centimetri, permettendogli di volare agevolmente tra gli alberi, può catturare una varietà di prede (piccoli mammiferi, invertebrati, insetti, uccelli e di questi anche della sua stessa taglia).

La civetta nana, nonostante le dimensioni, (è lunga circa 17 centimetri) è un'abilissima cacciatrice (foto Fabrizio Bottamedi)
La civetta nana, nonostante le dimensioni, (è lunga circa 17 centimetri) è un’abilissima cacciatrice (foto Fabrizio Bottamedi)

La civetta nana (il suo nome scientifico è (Glaucidium passerinum) vive soprattutto nelle foreste di conifere abbastanza mature, in particolare sui versanti freddi esposti a nord, in simbiosi si potrebbe dire con l’abete rosso (peccio) e l’abete bianco, ma qualche volta non esclude il larice anche associato alle latifoglie. Le cavità naturali di questi alberi per lei sono fondamentali, perché le usa sia come dispense, sia come nidi, sebbene spesso, dimostrando una buona dote di opportunismo, approfitta dei nidi già belli e pronti, scavati e lasciati liberi da altri uccelli, soprattutto dal picchio rosso maggiore.

La sua testa rotonda e piccola rispetto alle proporzioni del corpo conferiscono alla civetta nana un aria simpatica e allo stesso tempo sorniona (foto Fabrizio Bottamedi).
La sua testa rotonda e piccola rispetto alle proporzioni del corpo conferiscono alla civetta nana un aria simpatica e allo stesso tempo sorniona (foto Fabrizio Bottamedi).

Un’altra particolarità di questo rapace appartenente alla Famiglia degli Strigidi, è il suo aspetto: inconfondibile la sua testa rotonda e piccola rispetto alle proporzioni del corpo che gli conferiscono un’aria simpatica e allo stesso tempo sorniona. Anche i vistosi sopraccigli chiari, che coronano gli occhi gialli, danno alla civetta nana un’impronta di particolare saggezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi