L’Isola di San Pedro Mártir, un angolo di biodiversità in Messico

L’Isola di San Pedro Mártir (foto archivio IUCN)
L’Isola di San Pedro Mártir (foto archivio IUCN)

Riserva della biosfera, l’Isola di San Pedro Mártir è uno dei siti meglio conservati nel Golfo della California

L’isola di San Pedro Mártir, riserva della biosfera che si affaccia sul Mar di Cortez dalla costa messicana, è un luogo di grande rilevanza scientifica che dovrebbe essere considerato un laboratorio naturale e a cielo aperto di adattamento ed evoluzione. E invece è minacciato da attività di overfishing (pesca intensiva) a scopo sportivo, pesca subacquea notturna (illegale) ed eccessiva presenza umana sull’isola.

Sono minacce che, per rispettare gli standard della IUCN (Unione mondiale per la conservazione della natura) Green List, vengono ad oggi costantemente monitorate e arginate, ma sulle quali non si può transigere se la partita si gioca per salvare l’immensa ricchezza biologica che di quest’isola ha fatto la propria casa: 292 specie tra flora e fauna sia marina che terrestre, delle quali 42 specie protette dalla legge messicana, 30 sulla Red List IUCN e 36 loro malgrado rappresentate nella CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione).

 

Nella foto in alto l’Isola di San Pedro Mártir (foto archivio IUCN)