Lo stambecco e le sue “zone rifugio”

Questa mattina ad augurarci il buongiorno è un bellissimo stambecco, fotografato da Andrea Mustoni. Durante la stagione meno fredda, la mattina e il tardo pomeriggio, gli stambecchi per alimentarsi scendono di quota, mentre per le ore di riposo cercano zone più ventilate e ombrose e meno accessibili, le cosiddette “zone rifugio”, dove possono stare tranquilli e godersi anche loro una buona “siesta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi