Maltempo: per i comuni 18 mesi in più per stoccare materiali

I Comuni trentini potranno, anche dopo il due maggio e per altri 18 mesi, in deroga alla disciplina ambientale, mantenere attivi i siti di stoccaggio individuati, oppure individuarne di nuovi, dove depositare il materiale, come terre e rocce, limi, fanghi, alberi o altro, ancora presente sul territorio e rimosso a seguito degli eventi calamitosi dovuti all’eccezionale ondata di maltempo  che si sono verificati lo scorso autunno. 

Potranno quindi continuare a liberare e mettere in sicurezza le strade, i sentieri o le zone che non è stato ancora possibile raggiungere. Lo prevede un’ordinanza adottata in questi giorni dalla Provincia che ha modificato un precedente provvedimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi