Musica e biodiversità agricola: se ne parla al MUSE

La locandina dell'iniziativa del MUSE
La locandina dell'iniziativa del MUSE

Peppe Vessicchio e Stefano Mancuso al MUSE – Museo delle Scienze di Trento per parlare di musica e biodiversità

La musica fa crescere i pomodori? Questa la domanda molto seria, anche se apparentemente scherzosa, che si pongono al MUSE – Museo delle scienze di Trento e che il 20 maggio prossimo alle 20.30  coinvolgerà, nel tentativo di trovarle una risposta, due esponenti di rilievo della musica e della biologia. Il maestro Peppe Vessicchio e lo scienziato Stefano Mancuso affronteranno in un dialogo originale e curioso il tema della biodiversità agricola, preceduti dall’esibizione live del duo Candirù (chitarra e pianoforte).

La conversazione sulle interessanti intersezioni tra musica e botanica e sulle sperimentazioni che entrambi gli ospiti hanno effettuato in questo campo sarà condotta da Costantino Bonomi, responsabile della sezione Botanica del Museo delle scienze e si inserisce nel programma “Il Trentino per la biodiversità”, organizzato dalla Provincia autonoma di Trento.

Per maggiori informazioni, consultare https://www.muse.it/it/Esplora/Eventi-Attivita/Archivio/Pagine/La-musica-fa-crescere-i-pomodori-2019.aspx.)