Nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini censiti 123 camosci

35
Censimento di camosci al Parco Nazionale dei Monti Sibillini (foto Andrea Mustoni)
Censimento di camosci al Parco Nazionale dei Monti Sibillini (foto Andrea Mustoni)

Sono 123 gli esemplari di camoscio appenninico avvistati durante l’ultimo censimento della specie effettuato nel territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini che si estende tra Marche e Umbria.

“L’osservazione autunnale – spiega una nota del Parco – si è tenuta lo scorso 7 novembre, dopo che, per ben due volte, le condizioni meteo avverse avevano costretto ad un rinvio. 6 femmine e 1 maschio adulto già marcati, 41 adulti non marcati, 19 yearling (esemplari giovani che hanno almeno un anno di vita) di sesso indeterminato, 21 piccoli, di cui 5 nati tra i mesi di maggio e luglio 2019 e 35 esemplari indeterminati portano ad un numero minimo certo di 123, quando la stima sul totale si aggira intorno ai 180 camosci presenti nell’intera area del Parco”.