Ospitar a Cavareno: parte il progetto di ospitalità diffusa

2
Ospitar a Cavareno (foto Ufficio stampa PAT)
Ospitar a Cavareno (foto Ufficio stampa PAT)

È partita nei giorni scorsi l’iniziativa Ospitar a Cavareno,  un progetto di ospitalità diffusa nell’ambito dei progetti sperimentali dei comuni delle zone montane.

Il progetto è frutto di un percorso condiviso: finanziato dalla Provincia, vede come ente promotore il Comune di Cavareno, nonché il sostegno di numerosi partner, tra cui, l’APT della Val di Non, la Comunità di Valle, la Proloco, la Charta della Regola e la Cassa Rurale Novella e Alta Anaunia.

In questi giorni sono arrivati i primi turisti per le prime quattro case del progetto, già online; proprio per questo il tavolo di Ospitar a Cavareno ha deciso di puntare anche sul portare maggiore consapevolezza delle potenzialità del turismo a tutti gli abitanti del paese noneso.

Una delle azioni decise è di offrire un corso di formazione di 16 ore gratuito e aperto a chiunque voglia iscriversi e che ambisca a fare partecipare i proprietari delle case incontrati durante il progetto, nonché i giovani di tutta la valle. Per iscriversi c’è tempo fino al 15 settembre.