Petizione del WWF per l’Amazzonia

Il WWF, da settimane in campo contro gli incendi in Amazzonia, ha lanciato una nuova iniziativa, promuovendo una petizione rivolta al Governo italiano affinché si faccia portavoce presso la Corte penale internazionale di una richiesta a beneficio della comunità internazionale: “inserire tra i crimini contro l’umanità anche la distruzione dei sistemi naturali cruciali per la sopravvivenza dell’intera società umana, al pari di genocidio, crimini di guerra e aggressione”.

Dall’inizio dell’anno ad oggi – ha evidenziato il WWF – la percentuale netta della superficie bruciata in Amazzonia è aumentata del 150% rispetto al trend degli ultimi 10 anni. Questo avrà ripercussioni non solo sull’ambiente e le economie locali, ma sull’intero pianeta riducendo la biodiversità globale, la risorsa idrica del pianeta, indebolendo la regolazione del clima e amplificando drammaticamente gli effetti nefasti del riscaldamento globale. È ora di cambiare rotta e di colmare un vuoto normativo che finalmente dia rilevanza a quei disastri ambientali che vanno oltre la giurisdizione nazionale”.

(foto Porto Velho archivio WWF)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi