“Una Sarca di ghiaccio”: il corso SAT sullo stato di salute dei ghiacciai

111

Sabato 8 e domenica 9 luglio al Rifugio Mandron “Città di Trento”, nel Gruppo dell’Adamello” si svolgerà il corso ideato e organizzato dalla Commissione Tutela Ambiente Montano (TAM) della SAT dal titolo “Una Sarca di ghiaccioSarca: ghiaccio – acqua – energia. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Comitato Glaciologico SAT, il patrocinio del MUSE (Museo delle Scienze di Trento) e il Parco Naturale Adamello Brenta.


I cambiamenti climatici rappresentano un fenomeno attuale: le temperature aumentano, i regimi delle precipitazioni si modificano, i ghiacciai si sciolgono, l’andamento delle precipitazioni nevose è sempre più incostante, i fiumi sono sempre più soggetti a prelievi idrici e con fonti di approvvigionamento sempre più delicati.

Fine del corso è di approfondire la relazione tra cambiamenti climatici – fusione dei ghiacciai – stato ed evoluzioni della biodiversità e degli ecosistemi alpini ed effetti sui corpi idrici recettori.  Si cercherà, da un lato di chiarire la complessa catena di processi che determina la reazione di un ghiacciaio ai cambiamenti climatici e dall’altro, le conseguenze per gli ecosistemi cosiddetti “emergenti”, ma anche per l’uomo, derivanti dalla perdita di fondamentali serbatoi di acqua dolce; infine si analizzerà il complesso sistema di sfruttamento dell’acqua del fiume Sarca a scopi idroelettrici.

I relatori/accompagnatori del corso saranno Christian Casarotto ( MUSE), Lorenzo Mosca (PNAB), Cristian Ferrari (Comitato Glaciologico SAT-TAM) Ravanelli Enrico (TAM).

Per maggiori informazioni scrivere a tam@sat.tn.it (Tutor Ravanelli Enrico, della Commissione TAM SAT, tel. 348-5727260).