Spopolamento in agordino: possibili soluzioni

Spopolamento in agordino: possibili soluzioni.

Belluno – Il problema dello spopolamento riguarda molte zone alpine. Di sicuro è un problema per l’Agordino. Tale zona ha perso 1276 abitanti. I dati mostrano che nessuno dei 16 comuni della zona montuosa della provincia di Belluno ha un saldo positivo. Se ne è parlato il 12 giugno in Biblioteca Civica ad Agordo. Il contesto era  il progetto “Co-working, Smart Working & Laboratorio Urbano“, finanziato nell’ambito di Interreg V-A Italia- Austria 2014-2020 CLLD Dolomiti Live, che è un sottoprogramma gestito dal GAL Alto Bellunese. L’idea è applicare lo smart-working, che permetterebbe ai giovani di restare fra le proprie montagne lavorando e usando le professionalità acquisite studiando.

L’esempio è dato anche dal Segretario dell’Unione Montana che gestisce altri 5 enti lavorando anche da fuori sede, si è spiegato nel corso dell’incontro. Il prIl 12 giugno infatti ad Agordo era presente una delegazione del comune di Lienz. Sul territorio dell’Alto Bellunese – si è detto – sono attivi già trenta progetti.

Qui un articolo con maggiori informazioni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi