Tassa rifiuti: Trentino-Alto Adige meno caro. Campania la più costosa

4
Tassa rifiuti- il Trentino-Alto Adige meno caro d'Italia
Tassa rifiuti- il Trentino-Alto Adige meno caro d'Italia

Il Trentino-Alto Adige è la regione dove si spende meno per la tassa dei rifiuti, 190 euro, contro la media italiana di 300 euro. La regione più costosa è la Campania con 421 euro. Per i capoluoghi di provincia al top delle più care c’è Catania, con 504 euro (in aumento del 15,9% rispetto al 2018), mentre Potenza è la più economica, 121 euro (con decremento del 13,7% rispetto al 2018).

Sono questi i dati diffusi nel rapporto 2019 dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, (onlus, fondata nel 1978, che promuove l’attivismo dei cittadini per la tutela dei diritti, la cura dei beni comuni, il sostegno alle persone in condizioni di debolezza).

A livello di aree geografiche, i rifiuti costano meno al Nord (in media 258 euro), segue il Centro (299 euro), infine il Sud, più costoso (351 euro).

Più di due famiglie su tre  (precisamente il 68,2%) ritengono di pagare troppo per la raccolta dei rifiuti: la percentuale sale all’83,4% in Sicilia, segue l’Umbria con l’80,2%, la Puglia con il 79,1%, la Campania con il 78,4%.

 

La locandina del Report 2019 sui rifiuti urbani
La locandina del Report 2019 sui rifiuti urbani

Il rapporto è disponibile online, dietro registrazione, sul sito www.cittadinanzattiva.it.  L’indagine sui costi sostenuti dai cittadini per lo smaltimento dei rifiuti in tutti i capoluoghi di provincia prende come riferimento nel 2019 una famiglia tipo composta da 3 persone ed una casa di proprietà di 100 metri quadri.

La rilevazione è realizzata nell’ambito del progetto “Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino”, finanziato dal Ministero dello Sviluppo economico..