fiumi italiani: il WWF lancia l'allarme

WWF: in Italia 41% dei fiumi al di sotto del buono stato ecologico

Il WWF è sceso in campo per richiamare l’attenzione sullo stato di salute dei fiumi italiani: “il 41% dei fiumi della Penisola – rileva il WWF – è ben al di sotto del buono stato ecologico. La presenza di pesticidi vede il 23,9% dei punti delle acque superficiali e l’8,3% di quelle sotterranee con concentrazioni superiori al limite. In prossimità di insediamenti industriali come concerie, produzione di carta e cartone per uso alimentare, abbigliamento tecnico, si registrano elevate presenze di PFAS, sostanze altamente tossiche. Il segnale più preoccupante è dato dalla perdita di biodiversità: il 40% degli habitat e delle specie acquatiche hanno uno stato di conservazione ‘inadeguato’, solo il 29% è favorevole mentre il restante è in cattivo stato o sconosciuto”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.