Yanez Borella: «Correrò lungo la Strada del Pamir, per 1.252 km»

1473
Yanez Borella (foto Filippo Frizzera)
Yanez Borella (foto Filippo Frizzera)

Yanez Borella, l’esploratore, viaggiatore e running di Fai della Paganella, si sta preparando per la sua nuova avventura. Ancora una volta tornerà in Asia, per realizzare un sogno che coltiva da tempo.

Yanez, qual è questo sogno?

«Percorrere, in Asia centrale, la famosa “Pamir Highway”, la Strada del Pamir, la via di comunicazione, in termini di altitudine, più alta del mondo».

Lo farai in e.bike, come per il viaggio fino in Cina?

«No, questa volta lo realizzerò correndo, da solo, facendo meno soste possibili, con il supporto logistico di due amici che, probabilmente, mi seguiranno in bicicletta».

Ci sarà anche il tuo compagno di viaggio in Cina, Giacomo Meneghello?

«Sì, della squadra farà parte anche lui, come fotografo e videomaker».

Yanez e Giacomo in Turchia lungo il viaggio per la Cina
Yanez e Giacomo in Turchia lungo il viaggio per la Cina

Per quanti km correrai?

«Percorrerò tutta la Strada del Pamir, da Dušanbe, in Tagikistan, a Oš, in Kirghizistan, per un totale di 1.252 km, con un dislivello positivo di 32.000 metri».

Quando prevedi di partire?

«Pandemia permettendo, il prossimo mese di giugno».

Alcune della tappe con i dislivelli previsti nella nuova avventura dell'esploratore di Fai della Paganella in Asia centrale
Alcune della tappe con i dislivelli previsti nella nuova avventura dell’esploratore di Fai della Paganella in Asia centrale

Anche questa nuova avventura si prefigge uno scopo sociale e di solidarietà?

«Sì, vorrei dare anche questa volta un mio piccolo contributo in favore di un’associazione di volontariato. Nel 2019, durante il viaggio in Cina, sono stato ambasciatore dell’Associazione donatori midollo osseo; la scorsa estate, lungo il Sentiero della pace, con Enzo Romeri abbiamo portato con noi la bandiera dell’Associazione italiana sclerosi multipla. Nel nuovo viaggio vorrei essere un messaggero delle associazioni che si occupano di autismo e che sostengono le famiglie di chi è affetto da questo disturbo e in favore delle quali ognuno di noi può contribuire anche con piccoli, ma importanti gesti».

Le recenti imprese di Yanez

A settembre scorso, l’esploratore e runner di Fai della Paganella ha percorso, insieme al campione di corsa in montagna Enzo Romeri (anche lui di Fai) il Sentiero della Pace, correndo, in una settimana, oltre 500 km, dal Passo del Tonale alla Marmolada. Qui un articolo su questa avventura.

Yanez Borella ed Enzo Romeri (foto Giacomo Meneghello)
Yanez Borella ed Enzo Romeri (foto Giacomo Meneghello)

Ad aprile dello scorso anno, Yanez, da solo, partendo da Fai della Paganella, ha raggiunto in venti giorni Roma (qui l’articolo) correndo per quasi 1.000 km lungo la via Romea Germanica (uno dei cammini più importanti e storici d’Europa che si sviluppa per quasi 2.200 chilometri da Stade, in Germania, a Roma). 

Durante il viaggio per Roma, Yanez ha trainato, legato alla vita, un carrellino con il materiale di sussistenza
Durante il viaggio per Roma, Yanez ha trainato, legato alla vita, un carrellino con il materiale di sussistenza

Nel 2019, in 100 giorni, Yanez Borella, insieme a Giacomo Meneghello, ha raggiunto dal Trentino, in e.bike, la Cina, attraverso la Via della seta, coprendo la distanza di 10.000 km. All’e.bike era agganciato anche un carrello contenente il materiale di sussistenza, tra cui uno speciale pannello fotovoltaico per la ricarica delle batterie della bicicletta. 

Leggi l’articolo di Buongiorno Natura con il quale abbiamo raccontato uno dei momenti di questo affascinante viaggio (clicca qui).

Il viaggiatore di Fai della Paganella in Serbia durante il viaggio lungo la Via della seta (foto Giacomo Meneghello)
Il viaggiatore di Fai della Paganella in Serbia durante il viaggio lungo la Via della seta (foto Giacomo Meneghello)